Corso di russo – principianti classe B 2007

ottobre 17, 2007

Quinta lezione

Per dire oggi, di questo giorno, si usa сегодния [sievodnia].

сегодния – сриеда, oggi (è) mercoledì.

GRAZIE E PREGO

L’espressione пожалуйста [pashàlsta] significa prego, ma anche per favore. Per ringrazioare si usa invece спасибо [spasìba].

GIA’ E ANCORA

Ancora si dice ещё [iesciò], уже [ushè] significa già.

PAROLE

урок [uròk]{lezione}
так [tak]{così, ecco, intercalare tipico russo}
журнал [jhurnàl]{rivista, diario di classe}
луна [lunà]{luna}
дом [dom]{casa}
девушка [dièvuscka]{ragazza}
товарищ [tavàrish]{compagno}
пара [pàra]{coppia}
вода [vadà]{acqua}

CONGIUNZIONE AVVERSATIVA

La congiunzione avversativa invece è indicata con а.

Es. Это книга, а это – журнал. {Questo è un libro, invece questo è un registro}

AGGETTIVI POSSESSIVI

Dopo aver visto gli aggettivi possessivi per mio e tuo, che seguono il genere dell’oggetto a cui sono riferiti, vediamo ora gli altri:

чей чья чьё

м.р.   ж.р.   с.р. 

мой моя моё
твой твоя твоё

наш наша наше [nash] [nàsha] [nàshie] nostro
ваш ваша ваше [vash] [vàsha] [vàshcie] vostro

In russo si distingue, senza possibilità di ambiguità, se l’oggetto appartiene a qualcuno o a qualcun’altro. Se una cosa appartiene al soggetto si deve mettere l’aggettivo relativo alla persona in oggetto.

Per far ciò si utilizzano gli aggettivi его [ievò] per “suo di lui”, её [ieiò] per “suo di lei” e их [ich] per “di loro”.

Es. Это её вода. Questa è l’acqua di lei.

Se devo utilizzare la frase “la mamma ha preso il suo ombrello” non potrò più utilizzare questa forma ma dovrò coniugare il sostantivo.

NOME E COGNOME

Il nome proprio si dice имя [ìmja]. E’ neutro, nonostante termini in я, fa parte infatti di un gruppo di parole che finiscono in мя e che sono , quasi, tutte neutre.

Es. как твоё имя? моё имя – Antonio. Letteralmente: Quale tuo nome? mio nome (è) Antonio.

Фамилия [famìlia] è il cognome.

I MEMBRI DELLA FAMIGLIA

I membri della famiglia, семья [siemià], sono:

nonno = дедушка [dièduscka], дед [died]
nonna = бабушка [bàbushka]

padre = отец [atièz], папа [pàpa]{papà}, пап [pap]
madre = мать [mat], мама [màma]{mamma}, мам [mam]

figlio = сын [suin]
figlia = дочь [dotc], дочка [dotcka]{figliettina, più usato in russo}

nipote maschio, da parte dei nonni = внук [fnuk]
nipote femmina, da parte dei nonni = внучка [fnùchka]

marito = муж [mush]
moglie = жена [shenà]

fratello = брат [brat]
sorella = сестра [siestrà]

SALUTARE

до свидания [da svidania], arrivederci. Letteralmente “fino al prossimo appuntamento”, свидание significa infatti appuntamento.

8 commenti »

  1. Ciao, bell’idea questo blog, mi piace!
    Qualche correzione:

    спасибо e non “спосибо”
    товарищ e non “товариш”
    бабушка e non “бабушска”

    ma non è fuorviante scrivere la stessa pronuncia per ж e ш?

    Commento di Francesco — dicembre 13, 2007 @ 11:01 pm | Rispondi

  2. Ciao, grazie, per l’incoraggiamento e per le segnalazioni, preziosissime, degli errori.

    Per quanto riguarda le pronunce, diciamo che agli inizi mi son chiesto come rendere la cosa il più chiaro possibile ad un italiano ed ho voluto evitare i simboli di traslitterazione che comunque richiedono uno sforzo interpretativo. In questo modo il sito paga sì il pegno di non essere completamente corretto ma chi segue il corso in aula ha tutti i mezzi per distinguere i suoni. E’ il caso di ж e ш, che ho fin’ora tradotto con lo stesso suono, è il caso anche di ь, che non è stata mai indicata nelle pronunce ma che, dalla diciassettesima lezione, ho iniziato a ‘tradurre’ con un apostrofo. Probabilmente inizierò anche ad utilizzare la j per indicare la ж, visto che ormai chi continua a leggere le lezioni è abbastanza ‘maturo’ da poter accettare il cambiamento.

    Commento di Antonio — dicembre 14, 2007 @ 9:13 am | Rispondi

  3. complimenti per il validissimo corso che stai svolgendo
    rendi il russo molto piacevole e mi piace leggere le tue lezioni

    avendo studiato russo anche da alcune grammatiche anche se solo da solo, senza mai sentire un russo parlare, ti vorrei porre delle domande

    tu traduci in pronuncia la ы con ui …ma scusa io sapevo fosse una i pronunciata con la parte posteriore della lingua spinta contro il palato.
    mi aiuteresti a capire meglio?
    inoltre la vocale E dopo la ш ж ц sapevo si pronunciasse E e non ie (come tu fai invece notare nel pronome/aggettivo possessivo neutro ваше
    grazie mille per le risposte che mi vorrai fornire
    salvatore

    Commento di salvatore — gennaio 6, 2008 @ 5:56 pm | Rispondi

  4. volevo dire vicino a qualsiasi parola scritta in russo potete mettere la pronuncia ad esempio
    vicino a сриеда nn ci sta la pronuncia potete metterla grazie in anticipo
    Per dire oggi, di questo giorno, si usa сегодния [sievodnia].

    сегодния – сриеда, oggi (è) mercoledì.

    Commento di armando — febbraio 21, 2008 @ 2:38 pm | Rispondi

  5. сегоднИя – срИеда non esiste,
    esiste сегодня – срЕда

    Commento di Tania — febbraio 22, 2008 @ 7:09 pm | Rispondi

  6. apprezzo veramente queste lezioni,userò il russo solo per scopo personale,quindi anche solo pochi vocaboli e qualche nozione mi aiuteranno molto

    Commento di Compagno Milo — luglio 27, 2008 @ 7:47 pm | Rispondi

  7. Salve, sono un ing. Aerospaziale della General Electric Oil and Gas. E’ la prima volta che mi avvicino al russo e come corso di base devo dire che non è per nulla male; anzi è veramente chiaro. Vorrei consigliato qualche corso in DVD o similare per allenare la pronuncia ma suppongo che sarà consigliabile farlo dopo aver fatto tutte le lezione ed averle assimilate in buona percentuale.

    Commento di Domenico — settembre 20, 2008 @ 9:37 am | Rispondi

  8. Qualche commento:
    1. vedi “AGGETTIVI POSSESSIVI”. Se una cosa appartiene al soggetto si deve mettere un solo aggettivo possessivo (a proposito, in russo non sono aggettivi ma pronomi) “свой”, “своя”, “своё” che cambiano in plurale per “свои” (dipende dal complemento), ad es.
    Я беру СВОИ ручки Мы берем СВОИ ручки Io prendo le mie penne e cosi’ via
    Ты берешь СВОИ ручки Вы берете СВОИ ручки Tu prendi le tue penne
    Марина берет СВОИ ручки Они берут СВОИ ручки Marina prende le sue penne (penne di Maria)

    SI CONCORDA con il COMPLEMENTO: я беру СВОЮ РУЧКУ, я беру СВОЙ КАРАНДАШ, я беру СВОЁ ПАЛЬТО

    Se una cosa, invece, appartiene a qualcun altro si mettono “его”, “её”, “их”

    Я беру ЕЁ ручку Io prendo la sua penna (penna di lei)
    Ты берешь ЕГО ручку Tu prendi la sua penna (penna di lui)
    Марина берет ЕГО ручку Marina prende la sua penna (penna di lui)

    SI CONCORDA con il PROPRIETARIO e non complemento: я беру ЕГО ручку, я беру ЕГО карандаш, я беру ЕГО пальто
    2. vedi “NOME E COGNOME”: “как твоё имя? моё имя – Antonio” E’ proprio da straniero dire cosi’. In russo si dice “Как тебя зовут (come ti chiamano)? – Меня зовут Антонио.
    3. vedi “I MEMBRI DELLA FAMIGLIA”: Le forme “пап” е “мам” si usano solo come vocativi.

    Commento di Ghennady — dicembre 28, 2008 @ 5:19 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: